Storia di una sposa...

Se c'è una cosa che adoro fare è  ascoltare i racconti delle spose che rivivono i preparativi del loro giorno più  bello.
Sono raggianti, i loro occhi ridono e si commuovono nello stesso momento. Credo che il matrimonio sia un'esperienza che ogni donna dovrebbe fare, assaggiare quell'aura magica che la circonda nel periodo dei preparativi, essere al centro dell'attenzione, sentirsi una principessa...
 
Ecco perché  oggi, nella rubrica "Matrimoni e incantesimi" voglio condividere con voi proprio uno di questi racconti.
Vi presento Elena, una "mia" sposa ( rido da  sola  quando uso questa espressione😂), o meglio una ragazza che ho aiutato nella scelta delle scarpe da sposa. La sua storia è  esattamente ciò  che intendevo prima...
 
"1 ottobre 2016...1 ottobre 2016... questa è  la data che ho più aspettato, atteso, desiderato, amato: la data del mio Sì, la data di un nuovo inizio, la data simbolo di un cammino da affrontare per mano all'unica persona che abbia mai voluto accanto per il resto della vita.
 
Era dal luglio 2015 che, dopo la fatidica domanda con tanto di anello e fidanzato in ginocchio, l'avevamo fissata e da lì  tutto era iniziato.
Felicità, confusione, lacrime di gioia ma anche di tensione, ansia e agitazione, questi i sentimenti scaturiti dentro di me! Un misto di gioia e paura che con un po'  di nervi saldi e qualche amica speciale, sono riuscita a tenere a bada e a trasformare nel periodo più  bello che abbia mai vissuto.
 
Innanzitutto avrei dovuto trovare abito e scarpe e poi la location, pensare alle partecipazioni per gli ospiti, alle bomboniere ( che in parte abbiamo realizzato noi), ai fiori, alla fotografa, insomma quante cose...ma tutte bellissime perché tutte pensate per il giorno più  bello, che aspettavo da una vita.
 
Il giorno più  sognato da ognuna di noi...non sono mai riuscita ad immaginarmelo, ma credo che meglio di come è  andata non avrebbe potuto essere!
Amici e parenti e tutte le persone che volevamo vicine a noi in quel giorno così  importante erano presenti e ciascuna di loro ha contribuito affinché  i nostri ricordi fossero pieni di sorrisi, di abbracci, risate a crepapelle, brindisi, balli e canti: la giornata perfetta, il perfetto accompagnamento alla nostra nuova vita a due.
 
Sono sincera, la cosa più  bella di tutto questo intenso e anche impegnativo percorso è  stata incontrare tantissime persone veramente in gamba e professionali che hanno saputo ascoltarmi e consigliarmi per rendere speciale il nostro giorno. Nessuna esclusa: Nicoletta del fantastico Atelier Sposami, Jennifer del negozio La vie en rose che ha saputo consigliarmi un paio di scarpe comode ma degne di una principessa,  Katia e Daniela della Cartolibreria Labussandri due persone speciali che hanno saputo dare forma alle idee, non sempre chiare che mio marito ed io avevamo a proposito della nostra wedding suite.
 
È  stato strano fidarsi e affidarsi a loro per   scelte così  speciali, ma ne è  valsa la pena e soprattutto non è  stato poi così  difficile con Donne così  in gamba nel loro lavoro perché  è  stato subito chiaro che il loro lavoro è  la loro passione per noi spose!
 
Insomma, quello della preparazione del mio matrimonio è  stato un periodo bellissimo e indimenticabile della mia vita, che porterò  sempre con me e che già  dal 2 ottobre 2016 ha iniziato a mancarmi".
 
Allora avevo ragione? È  stato emozionante questo racconto, vero?